Aurora Bortoli
A nome del comitato scientifico AIGO

Riguardo alla possibile influenza della gravidanza sull’andamento della malattia nelle donne in remissione al concepimento, la probabilità di recidiva della malattia durante la gestazione o nei 6 mesi dopo il parto non è più elevata che in ogni altro periodo della vita (circa il 33%). Le recidive, in genere, non hanno comunque un decorso più severo rispetto ad altri periodi. Analogamente, nelle pazienti in cui l’esordio della malattia si verifica durante la gravidanza, il decorso della malattia non è più severo.

Dato che l’attività di malattia influenza l’esito della gravidanza aumentando la probabilità di parto pre-termine e di basso peso alla nascita, vi è una forte indicazione ad un trattamento “aggressivo” della malattia in fase di attività.

Infatti se viene indotta la remissione l’esito della gravidanza torna ad essere sovrapponibile a quello delle donne in remissione al concepimento.